Restano 90 minuti per decretare le quattro migliori squadre d’Europa che parteciperanno alle semifinali di Champions League. Dopo le gare d’andata, possiamo ben vedere come alcuni club abbiano la qualificazione in tasca, come ad esempio il Chelsea, mentre altre se la dovranno giocare fino alla fine come il Psg.

Chelsea-Porto

I Blues si trovano in un ottimo periodo di forma, unica pecca è l’assenza dal gol da parte di Timo Werner che cercherà di sbloccarsi in vista del finale di stagione. Occhio però a Giroud che, quando schierato, ha sempre contribuito alla grande. Il Porto ha poco da dire ma il suo cammino in questa competizione merita una menzione. Dopo aver concluso uno straordinario girone in seconda posizione alle spalle del Manchester City, è riuscito ad eliminare la Juventus nel doppio confronto pur perdendo il ritorno ai supplementari. Una volta arrivato ai quarti, i Dragoni hanno trovato davanti a loro un Chelsea quasi imbattibile.

Una statistica curiosa riguarda l’allenatore dei londinesi: infatti Thomas Tuchel ha visto tutte e cinque le sue partite precedenti di ritorno di UCL terminare con un margine di almeno 2 gol (3 vittorie, 2 sconfitte).

Paris Saint Germain-Bayer Monaco

Molti l’hanno definita una “finale anticipata” e come tale non è stata priva di emozioni. Match d’andata che ha visto i parigini imporsi per 3-2 e fare tre gol in trasferta al Bayer non è una cosa per tutti. Forti quindi del risultato d’andata, Mbappè e i suoi cercheranno di replicare la prestazione della settimana scorsa per assicurarsi un posto in semifinale e cercare il primo trofeo in assoluto in Ucl. I francesi sono stati negli ultimi anni vittime di rimonte incredibili: basti pensare al 6-1 incassato dal Barcellona dopo una vittoria per 4-0 all’andata oppure al clamoroso ribaltone subito in casa dal Manchester United dopo una vittoria per 2-0 all’Old Trafford. Questo può far ben sperare ai bavaresi ma occhio all’assenza di Lewandowski: senza il loro bomber i tedeschi hanno vinto solo una delle ultime tre partite. Sarà ancora una volta Choupo-Moting a rimpiazzare il polacco, supportato dal trio SanèMüllerComan con quest’ultimo che stringerà i denti pur di esserci dal primo minuto. Vista l’assenza di Goretzka, sarà Alaba ad avanzare e giocare al fianco di Kimmich. Non è da sottovalutare però l’ipotesi Musiala.

Borussia Dortmund-Manchester City

La squadra tedesca può sperare in un’inaspettata qualificazione, anche se contro Guardiola e i suoi la vita è tutt’altro che facile. I gialloneri sono imbattuti da otto partite casalinghe nella massima competizione europea(5 vittorie e 3 pareggi). Oltre al solito Haaland, i tedeschi possono fare affidamento sul capitano Marco Reus in gol proprio all’andata. Con lo scopo di vincere il suo primo trofeo europeo in più di mezzo secolo, il Manchester City è in pole position per raggiungere la seconda semifinale di UCL nell’arco di cinque anni. I campioni d’Inghilterra dovrebbero essere fiduciosi qui, avendo perso solo una delle ultime 19 partite di Champions League. L’allenatore spagnolo si affiderà a Mahrez, Jesus e Foden per cercare di chiudere la qualificazione quanto prima. Testimone della pressione che gli Sky Blues hanno sulle spalle è la sconfitta subita sabato in casa dal Leeds di Bielsa.

Liverpool-Real Madrid

Sappiamo benissimo che tutte le squadre, per via dell’assenza dei tifosi allo stadio causa Covid, hanno subito una grave perdita, in particolare il Liverpool di Klopp. Infatti, il tifo presente ad Anfield è sempre stato uno dei più spettacolari al mondo: con l’inno prepartita “You’ll never walk alone” davano una carica notevole ai giocatori. Vi ricordate il miracolo nel 2019 contro il Barcellona? Gran merito fu anche loro. I Reds non stanno disputando una delle loro migliori stagioni e per questo è difficile ribaltare un Real che si trova invece in ottima forma. I Blancos vengono dalla vittoria per 2-1 ne ‘El Clásico’ grazie alle reti del solito Benzema e di Toni Kross. Grazie al successo contro il Barcellona, la squadra di Madrid si è portata a -1 dalla vetta occupata dall’altra squadra di Madrid ovvero l’Atletico.

Sei delle ultime otto partite del Liverpool in UCL hanno visto due gol nel corso della ripresa quindi ci aspettiamo un match dall’esito incerto con un secondo tempo ricco di emozioni.

Alessandro Giglio

Rispondi