Altro giro, altra corsa e come al solito altro commento ad un intenso weekend di Serie A. Ancora una volta, il nostro campionato continua a regalarci situazioni intriganti e divertenti per la corsa Champions, mettendo da parte l’Inter che ormai fa un campionato a parte. D’altro canto c’è un’altra zona che si sta facendo sempre più interessante, quella della salvezza, che a poco a poco si delinea sempre di più, mettendo nei guai Crotone, Cagliari e Parma. Partiamo allora proprio dall’anticipo del sabato, con il match importantissimo tra Spezia e Crotone. Liguri che hanno ottenuto tre punti fondamentali battendo i rossoblu per 3-2,in una rimonta sviluppatasi negli ultimi minuti di partita. La squadra di Italiano seppur non giocando bene, vince e si allontana sempre di più dalla zona retrocessione, zona che al tempo stesso insidia sempre di più il Crotone che gioca alla grande, con il solito Simy che va ancora in gol. Nonostante ciò però, gli squali continuano a farsi del male da soli sul finale di gara. Vince anche il Torino che, con un rigore del trascinatore Belotti, sbanca la Dacia Arena e porta a casa tre punti sporchi e pesanti, l’Udinese gioca e spreca mentre i granata, grazie a grinta e caparbietà, allontanano sempre di più la Serie B. Cade ancora una volta invece il Parma, sconfitta casalinga contro un Milan che a causa dell’espulsione di Ibrahimovic rimane in 10 uomini per quasi tutto il secondo tempo del Tardini. Rossoneri che però continuano a vincere, consolidando il secondo posto e avvicinandosi sempre di più alla Champions League. Passiamo dunque al lunch match domenicale, dove la capolista vince una partita molto complicata contro un buon Cagliari che, a suo malgrado, non riesce a portare punti in terra sarda. Il gol decisivo è stato siglato da Matteo Darmian, il terzino ex Manchester United si è rivelato un’arma in più per Antonio Conte in questa annata. E se vincono Inter e Milan, tre punti a casa anche per Juventus, Napoli, Atalanta, Lazio e Roma. Ma andiamo con calma; vittoria importante della Lazio a Verona, dopo una partita chiusa e difficile i biancocelesti la sbloccano nel recupero (potremmo chiamarla zona Lazio), con un gran gol di Milinkovic Savic che di testa beffa Silvestri. Sorride anche la Juventus di Andrea Pirlo che trova la seconda vittoria consecutiva e batte per 3-1 un buon Genoa quasi salvo, non ha più nulla da dire a questo campionato. Bianconeri che conquistano il terzo posto con 62 punti all’inseguimento del Milan e si preparano per domenica in vista dello scontro diretto con la Dea. Atalanta che dal canto suo continua a vincere, stende la Fiorentina che rimonta da 0-2 a 2-2 con il solito Dusan Vlahovic, la decide però nel finale Josip Ilicic che regala tre punti cruciali ai bergamaschi. Torna a vincere anche il Napoli che gioca, si diverte e spreca tanto che rischia anche di pareggiare contro una buona Sampdoria. In gol Fabian e Oshimen, partenopei che sono in scia a Juve e Atalanta e attendono un passo falso di quest’ultime per scavalcarle in chiave Champions. Splende di nuovo il sole anche in casa Roma, dove la squadra di Fonseca batte per 1-0 il Bologna con un gol di Borja Majoral. Vittoria importante in vista del ritorno di Europa League contro l’Ajax, ma soprattutto fondamentale per il morale e per la classifica che si stava facendo sempre più preoccupante. La trentottesima giornata di Serie A si conclude con Benevento-Sassuolo, match bello e divertente fino al 93’ dove i sanniti vanno vicini in più di un’occasione al pari. Vince infine la squadra di De Zerbi con un autogol di Federico Barba a fine primo tempo. Neroverdi che con questa vittoria salgono a quota 43 superando anche l’Hellas Verona.

Siamo allo sprint finale di un campionato sempre più avvincente, e chissà se questi ultimi turni non ci regalino ulteriori emozioni e sorprese. Chi vivrà vedrà, intanto sia benedetta questa nostra Serie A.

Vincenzo Natale

Rispondi