Iniziò in modo amaro la ‘storia d’amore’ tra Unai Emery e l’Europa League.

Nel lontano 2011/2012, quando siedeva sulla panchina del Valencia, fu sbattuto fuori in semifinale dall’Atletico Madrid, ma sapeva che prima o poi a quel livello ci sarebbe ritornato. A fine stagione volò in Russia, sponda Spartak Mosca, ma non ebbe una stagione semplice, con il conseguente esonero, la stagione successiva. Decise allora di rimettersi in gioco, nell’Europa che conta: torna in Spagna, questa volta a Siviglia, e mai nessuno si sarebbe immaginato che avesse scritto la storia.

Unai Emery porta gli andalusi sul tetto d’Europa, per 3 volte consecutive, è record.

2013/2014, 2014/2015, 2015/2016. Mette in bacheca 3 Europa League, prendendosi, da tutti i giornali, il target di “Re” della medesima competizione.

3 anni più tardi torna di nuovo lì, questa volta sulla panchina dell’Arsenal, ma perde in finale 4-1 con il Chelsea di Sarri, nella stagione 2018/2019.

Questa volta è di nuovo a questo livello così alto, a capo dello storico ‘sottomarino giallo’, il Villarreal, e il destino ha voluto che incontrasse proprio l’Arsenal, club con cui ha sfiorato il suo quarto titolo. Sarà un semifinale aperta in ogni istante, sappiamo e siamo al corrente del rapporto dell’allenatore spagnolo con questa competizione, e nonostante il valore tecnico della squadra del Nord di Londra, sarà una battaglia fino all’ultimo respiro, contro un Villarreal che torna in semifinale dopo 5 anni e non è mai riuscito ad approdare in finale.

Il percorso della squadra di Emery è stato un percorso netto, con tutte vittorie dalla fase ad eliminazione diretta, e avrà l’occasione di sfatare un altro tabù: il club spagnolo non ha mai battuto l’Arsenal negli ultimi 4 precedenti, avvenuti tutti in Champions. Il materiale c’è, basti pensare che sono a disposizione calciatori di esperienza come Raul Albiol, Dani Parejo, Sergio Asenjo, misti a gioventù e dinamicità di giocatori come Juan Foyth o il nigeriano Samuel Chukwueze, per non dimenticare il giocatore senza dubbio più interessante, l’attaccante spagnolo Gerard Moreno, autore di 26 gol stagionali.

Insomma, le probabilità di vedere Unai Emery di nuovo ad un passo dalla sua amata coppa ci sono, ora ci spetta solo sederci sul divano e goderci lo spettacolo.

Albino Gigante

Rispondi