Neanche il tempo di fare due calcoli tra Champions e salvezza che si ritorna subito in campo. Eccoci qui dunque, a commentare il turno infrasettimanale della Serie A che si avvia a grandi passi verso la conclusione. Terz’ultima giornata che parte Martedì sera, con l’anticipo del Maradona tra Napoli e Udinese. Partenopei che schiantano i bianconeri per 5-1, confermandosi in uno stato di forma pazzesco. Gattuso corre e sogna la Champions League, che a due giornate dalla fine non è poi così lontana. Napoli che gioca, si diverte e segna tanto, Udinese non pervenuto e mai in campo psicologicamente. Il Mercoledi di Serie A si apre con il primo 0-0 di questa stagione. Alla Sardegna Arena Cagliari e Fiorentina non si fanno male, viola ormai salvi e rossoblu che si giocano il tutto per tutto nei prossimi due turni. Al Napoli arriva immediata la risposta della Juventus, che a Reggio Emilia batte un buon Sassuolo per 1-3. 100esimo gol di Ronaldo con la Vecchia Signora e 100esimo gol anche per Paulo Dybala che chiude la partita. Piemontesi all’inseguimento dell’Europa che conta, neroverdi che sperano ancora in una storica qualificazione alla Conference League.

Vince ancora l’Inter di Conte che si conferma affamata più di prima. Battuta 3-1 la Roma che pare essersi ormai arresa e già proiettata nella prossima stagione. Goleada del Milan contro il toro, i rossoneri si impongono per 0-7 allo stadio Grande Torino. Bastano 3 punti e Champions matematica per Pioli e company, da sottolineare la tripletta di Ante Rebic, completamente assenti i granata, che con questa sconfitta complicano la loro salvezza. Serve una vittoria anche all’Atalanta nelle ultime due gare per entrare ufficialmente nella competizione dalle grandi orecchie. Dea che batte 2-0 in casa il Benevento, danno spettacolo i solito Muriel e Malinovskyi. Giallorossi che ora toccano veramente con mano la Serie B, saranno fondamentali le prossime partite per cercare di centrare una salvezza miracolosa e che forse a dirla tutta sarebbe anche meritata.

Vince anche la Lazio all’ultimo respiro contro il Parma ormai retrocesso, partita combattuta e gagliarda che portano a casa i biancocelesti con un gol ,dopo qualche rimpallo, di Ciro Immobile. 2-2 Al Ferraris di Genova tra Sampdoria e Spezia. Punto che non basta agli spezzini per allontanare la paura della serie minore, e risultato che cambia poco le sorti dei blucerchiati, tutto rimandato dunque per i bianconeri che cercano in questo finale di stagione una riconferma importante in Serie A. Colpaccio del Genoa a Bologna, con i gol di Zappacosta prima e Scamacca poi il Grifone sbanca il Dall’Ara. Con questi tre punti liguri salvi, altra sconfitta per Mihajlović, sono 16 le gare perse quest’anno dagli gli emiliani, un dato abbastanza preoccupante nonostante la salvezza raggiunta.

Il turno infrasettimanale si chiude con una bella sorpresa, allo Scida il Crotone si regala una gioia prima della fine del torneo e batte per 2-1 l’Hellas Verona. Due giornate al termine di un anno pazzesco, influenzato dalla pandemia e dai mille infortuni che hanno colpito tutte le squadre. Manca davvero poco ed è ancora tutto da decidere, Napoli, Juventus, Atalanta , Milan e Lazio si giocano il tutto per tutto. Benevento, Spezia, Cagliari e Torino combattono per la vita. Allora godiamoci queste ultime sfide, e prepariamoci ad una nuova annata di Serie A che come al solito ci regalerà spettacolo.

Vincenzo Natale

Rispondi