Siamo precisamente a Chingola, nel nord dello Zambia, quando il 9 ottobre 1998 nasce Patson Daka.
Come tutti sappiamo, la realtà africana è ben diversa dall’Europa.
Patson nasce in uno dei distretti più poveri della città dove per vivere bisogna lottare ogni giorno, ma lui, quando calcia un pallone, trova uno sfogo, una liberazione.
Il pallone è il suo migliore amico ed è l’unico che per alcune ore gli fa dimenticare della realtà in cui vive.

A 6 anni si guadagna un posto nella squadra della sua città, lo Nchanga Rangers F.C, dove fa intravedere sprazzi da grande talento tant’è che lo nota il Kafue Celtic, una delle società zambiane più forti, all’età di 16 anni.
Il momento più importante della vita di Daka avviene quando si accorge di lui il Salisburgo, tramite intermediari della società ed un software. Il club austriaco permette al giovane di cambiare radicalmente la propria vita, lasciando a casa il suo passato difficile.
E’ il 2016 l’anno in cui arriva in Europa.
Periodo di ambientamento in un mondo assolutamente nuovo per lui: il Salisburgo lo manda in prestito per 2 anni in Serie B, al Liefering, dove marca il tabellino 6 volte.
A 18 anni il club Red Bull decide di dargli una chance e, dopo un anno non al massimo, gli altri 2 sono da assoluto fenomeno.
Nel 2018/2019 gioca 26 partite tra cui 4 in Champions League e diventa un titolare dei biancorossi.
Il ragazzo è ancora un po’ immaturo, c’è da migliorare la finalizzazione e come diversi attaccanti africani pecca nella coordinazione.
E’ l’anno seguente quello della consacrazione, dove per 6 mesi fa coppia con un certo Erling Braut Haaland, attaccante norvegese classe 2000′ che volerà a Dortmund il gennaio seguente.


Ed è proprio nella seconda parte di stagione che lo zambiano esplode: il classe 98′ è tenuto a prendersi in mano la squadra e lo fa senza problemi.
Le presenze a fine stagione saranno 45, condite da ben 27 gol e 12 assist, guadagnandosi i primi occhi puntati delle big europee.
Daka decide di rimanere un altro anno in Austria, dove inizia la stagione 20/21 come aveva terminato quella prima: segna a raffica.
34 gol in stagione, di cui 27 in 28 partite di campionato, con la vittoria del titolo, conquistato settimana scorsa: velocità, forza fisica e tanta fame di arrivare in alto.
Patson Daka ha tantissimi margini di miglioramento e dopo 61 gol in due anni, sembra finalmente pronto al grande salto, che lo proietterebbe nell’elité del calcio europeo.


Sarà un’asta aperta per chi vorrà aggiudicarsi le prestazioni del 22enne, cercato anche in Italia dal Milan. E dunque, occhi puntati su questo giovane molto interessante, che molto presto potremo vedere in un top club.

Albino Gigante

Rispondi