Era l’11 giugno, la nazionale era reduce da una delusione, questa volta non per la mancata partecipazione ai mondiali, ma per i rigori che, ancora una volta, condannavano gli azzurri. Era l’Italia reduce dal tiro di Baggio che inspiegabilmente non varcò i confini della linea di porta transalpina, con milioni di esultanze stroncate sul nascere.

Era l’11 giugno del 2000 e l’Italia debuttava contro la Turchia, proprio come quest’anno, agli Europei, con tanta voglia di rivalsa. Era un’Italia diversa, una delle più forti di sempre. Contro una Turchia che due anni dopo arriverà terza ai Mondiali. La sbloccò un insolito Conte in rovesciata, pareggio dei turchi e gol su rigore di Inzaghi a sancire il 2-1 finale, evitando di parlare di rigori per i solari casi dell’appena trascorsa notte azzurra. Era un’Italia che aveva tanti detrattori, il grande Brera in primis: da coerente intellettuale qual era, seppe ricredersi.

Ventuno anni dopo, l’Italia scende in campo contro la Turchia, dopo la più grande delusione della propria storia e in cerca di rivalsa. Certo, con un bel po’ di talento in meno, ma con un collettivo dalla testa leggera e dal cuore caldo, come affermato da Bonucci. Non ci sono Totti e Del Piero, ma c’è la fame, ciò che conta nel calcio. Analogamente all’Italia di vent’anni fa, anche questa nazionale aveva e ha tantissimi detrattori. Ma dopo la partita inaugurale, è scattata una scintilla nel cuore di tutti. Una scintilla non innescata dalla perfezione di Nesta, ma da un Chiellini impeccabile, che difende l’area italiana come se fosse questione di vita o di morte. O forse, in fondo, lo è.

Non la classe di Totti, ma la caparbietà di Berardi, che converge imperioso sulla fascia difesa dal povero Maras: il turco non dormirà sonni tranquilli.
Non la 10 di Del Piero, ma di Insigne, sempre più leader e stella di questa nazionale, un 10 che sa relazionarsi con i compagni e che parla il linguaggio universale del pallone.


Forse è troppo presto per parlare, ma parafrasando Charlie Chaplin:

Il tempo è un grande autore, trova sempre un perfetto finale

Tommaso Alise

Visita il sito http://www.magliedacalcioshop.it per acquistare qualsiasi prodotto calcistico di ogni squadra.
Inoltre, con il codice sconto GENNYDELVECCHIO15 riceverai un’ulteriore sconto del 15%.

Rispondi