Sempre più nella storia la squadra di Roberto Mancini. È proprio il caso di dirlo, questa squadra sa solo vincere, i numeri parlano chiaro.

Quello che più stupisce, al netto della relativa importanza della partita contro il Galles, è la convinzione nei propri mezzi posseduta da qualsiasi membro del team. I sette gol fatti e zero subiti ne sono la riprova.

Verratti è il metronomo, un giocatore troppo spesso sottovalutato, e probabilmente, non coccolato abbastanza dal nostro paese. Pessina, invece, è l’emblema dell’etica del lavoro e della perseveranza. Solo pochi anni fa il ragazzo calcava i campi di lega pro.

Il vero MVP però è uno e porta il nome di Roberto Mancini. Il commissario tecnico ex calciatore di Lazio e Sampdoria è riuscito a creare un’alchimia ed un’unione d’intenti che non si vedeva da anni. Nulla era scontato dopo il tracollo totale ottenuto a San Siro contro la Svezia, la montagna da scalare era ardua e rocciosa.

Nulla è stato ancora fatto, il bello viene proprio ora, nel momento in cui si comincerà a fare sul serio. Ora è il momento di affrontare le big d’Europa.
La cosa di cui possiamo stare certi, è che questa Italia incuterà timore a chiunque incapperà sul suo cammino.

Ugo Casadio

Rispondi