Un importante fattore capace di influenzare la mentalità e le prestazioni di un calciatore, è il feeling con il club in cui approda. In alcuni casi, come i seguenti che andremo ad analizzare nel dettaglio, c’è il rischio che subentri la nostalgia. Essa è uno stato d’animo corrispondente al desiderio pungente o al rimpianto malinconico di quanto è trascorso o lontano.

Il primo caso in cui riscontriamo tale situazione è quello di Romelu Lukaku. Il belga, dopo essersi trasferito al Chelsea di Tuchel, non riesce ad essere decisivo come all’Inter, in quanto non riesce a soddisfare le richieste del tecnico. Questo ha comportato al calciatore un senso di inadeguatezza. A farcelo sapere, è proprio il calciatore, tramite un’intervista rilasciata a Sky, dove ricorda nostalgicamente il successo e la serenità al tempo dei nerazzurri. Il calciatore ha bramato, indirettamente o ingenuamente, la voglia di rivestire la maglia nerazzurra. A tale intervista, il tecnico ha agito prontamente per il bene del collettivo: fuori rosa e colloquio internos tra lui e il belga. Per ora le acque sembrano essersi calmate, ma è solo una fase di stallo o sarà più duratura?

Quanto influenza realmente la nostalgia?

Fonte foto: sport.sky.it

Nel secondo caso invece parleremo di un calciatore che sta riuscendo a performare con il proprio club, ma sente nostalgia di casa e dei principi calcistici della Spagna, differenti dagli schemi tattici di Mr. Allegri. Il suo nome è Alvaro Morata. Grazie alle sue qualità e allo status acquisito, il calciatore ha avuto la possibilità di girare il mondo, dall’Italia, alla Spagna passando per l’Inghilterra. Il calciatore in questa sessione di mercato pare abbia avuto la chiamata dal Barcellona. Lo spagnolo era intenzionato a partire senza esitazione, ma la Juventus in termini economici non riesce a trovare un sostituto adatto. Allegri nella giornata di ieri, ha avuto un colloquio lungo e diretto con il calciatore attribuendogli la massima fiducia del club nei suoi confronti, implementando la voglia di riscattarlo a giugno. In questo caso invece, Morata continuerà a dare apporto alla squadra o si farà condizionare dalla nostalgia?

A cura di Giovanni Pietropaolo

Fonte foto: profili Instagram ufficiali dei calciatori

Rispondi